Salone del mobile 2017: i “must” del fuori salone

img_0065

Eccoci qua , l’appuntamento più importante dell’anno per interior designer, architetti ed addetti al settore. Milano si trasforma, è la settimana più calda dell’anno, è sotto il riflettore del mondo , eh sì perché il salone del mobile di Milano è ancora oggi il più importante a livello mondiale.

L’unico problema è orientarsi attraverso le centinaia di eventi, di esposizioni, di istallazioni . Il fuorisalone merita almeno due giorni di visita .. e forse non bastano.

Noi ci siamo stati e proviamo a darvi un idea e soprattutto 2 dritte se ancora dovete andare:

To do:

-BRERA design district: dalla stazione metro “Monumentale” fino al “Duomo” è tutto un evento , non perdetevi White in the city a palazzo Cusani, tutta via Brera, Via Pontaccio , Fatebenefratelli , la galleria Ponte Rosso, la pinacoteca di Brera , Dimore Studio in via Solferino ( la via è tutta da vedere) ,la fabbrica del vapore ( dove si raccontano 20 anni di Salone Satellite) e soprattutto la fondazione Feltrinelli (dove espone Cassina ),un architettura spettacolare inaugurata il 13 dicembre scorso assolutamente da vedere.

LE 5 VIE  fatele tutte, è un concentrato di arte e design da vedere tutta via Santa Marta con i suoi particolarissimi negozi che per questa settimana esplodono di eventi e il negozio BDDW al 19a un design americano molto sofisticato.

-TORTONA ( ovviamente) tutta via Tortona : al 27 ” Superstudio Più” con un  interessante il materials village, Imperdidile il Design experience al 31 di via Tortona, Opificio 31 e il BASE in via Bergognone 34. Impossibile resistere ad una pausa pranzo in via Savona : Al fresco al numero 50 con il suo splendido giardino interno sotto lo showroom di DEDON (fateci un salto e ditemi se non vorreste un ufficio lì !)  Insalata &Bakery al 55, Ortocrudo al 13 vellutate carapaci ed insalate 😋.      Ah dimenticavo: un salto da Orissa in via Tortoona 36 fatecelo, più che un negozio pare un garage di mobili ed oggetti di recupero dove , almeno io, mi porterei a casa quasi tutto

Che altro aggiungere? Il fuori salone è ogni anno sempre più complicato, le vertine sono centinaia se non migliaia , i colori , la musica il fumo, sì perché molti mostrano “fumo”, “aria fritta” ,vecchie idee, ma in questa moltitudine si scoprono esposizioni innovative , idee geniali da cui partirà tutto il futuro del design, dunque arrivare barcollanti la sera fisicamente devastati ne vale la pena !

img_0205 img_0200 img_0192 img_0190 img_0153 img_0147 img_0128 img_0122 img_0117 img_0090 img_0059 img_0055 img_0052 img_0039 img_0028 img_0014 img_0010 img_0043

 

 

 

 

homi- settembre 2016

A Milano è la fiera dedicata alla persona, ai suoi stili di vita ed al suo spazio.

Un appuntamento semestrale a cui mancavo da troppo tempo, ecco che  nonostante #lacasadiemma mi sono ritagliata una giornata a tutta fiera.

Ho camminato, osservato , ascoltato, “annusato” e fotografato cercando nuove aziende, nuovi artigiani e ne sono uscita carica di preziose ispirazioni .

Per chi se la fosse persa ecco qualche immagine per un giretto virtuale all’ #Homi  :)My Plant stand decorazioni Cotè Table  Lanterna in ceramica Virginia stand collezione Cactus ceramica Xmas is in the air... una linea dedicata a loro lettering dettagli appesi delicate porcellane Paola Navone per Serax b&w kid's space luci leggere ... linen ceramica vintage & contemporary vases vetro ed alluminio

Mercante in fiera

Ieri è stata una di quelle giornate in cui sogno di avere una carta di credito senza limiti e.. un furgone.

Milano sta al mobile come Parma sta al vintage, ed ecco l’imperdibile appuntamento primaverile con il mercante in fiera.

Una fiera a misura “umana”, sono 3 padiglioni che si possono gustare tutti fino all’ultimo stand senza quello che chiamo “l’effetto fiera” ,ossia quel giramento di testa che ti avvolge dopo 2 o 3 ore che navighi a vista tra centinaia di stand che ad un certo punto ti si incrociano davanti agli occhi , tipico delle grandi esposizioni.

Una mezza giornata al #mercanteinfiera ed uscite carichi , avete fatto il pieno di “bello” e magari vi siete portati a casa un pezzo unico, un piccolo tesoro.

Sfido chiunque, amante del vintage/modernariato  o meno che non trovi un oggetto emozionante, un pezzo di storia personale che lo conquisti . Personalmente , forse per deformazione professionale , io faccio fatica a non trattenere l’entusiasmo in ogni stand  dall’accessorio che ha fatto storia nella moda ( borse, giacche, occhiali, orologi , scarpe, bijoux , gioielli…)   alle pietre miliari della storia del mobile e del complemento d’arredo ( e per complemento intendo TUTTO, ma proprio tutto!).

Ma cominciamo a raccontarvi questa fiera con qualche immagine…

Entro dal padiglione 5 e subito mi conquista uno stand, quello di “Antichità di Salici Maurizio” non solo per la bellezza dei suoi pezzi, ma anche per la cura nell’esporli.

pad 5

Poi mi imbatto in uno stand di vecchi mobili industriali e mi innamoro di un mobile da ferramenta di ben 4 metri lunghezza x 32cm alto circa 1mt…prezzo 2.200€.. lo voglio,  so già come usarlo ! (Antichità San Martino di Sacchetti P.)

mobile ferramenta

due passi più avanti e trovo una pastiera completamente restaurata ( Fratelli Baggio ) anche questa la voglio…la metto da pARTE …

pastiera

E poi gazebo in ghisa e ferro battuto originali o riprodotti perfettamente .

I gazebo li ritrovo assieme alle limonate anche nel padiglione 3 da “Mandala “ che vengono dalla provincia di Pisa con dei pezzi unici e rari di giardini antichi italiani ed i prezzi sono incredibilmente accessibili, un esempio? Una limonaia originale di 4mt x 2mt  viene 2.000€  ..

Infine approdo nel padiglione 6 ..attenzione ,qui si può perdere il controllo!!

…a cominciare da questa Roberta di Camerino anni ’60 in stampa cocco..670 € da Art House (Bergamo)

DSCF8919

Le sedie: la mia passione.. in questo padiglione c’è la storia del design dal ‘900 ad oggi..Kartell, Jo Colombo, Breuer, Van Der Rohe ,Mango, Albini….e incredibile: le ultime Thonet del teatro della Fenice (anni ’30)

MVDR IMG_9912

Un infinità di oggetti attorno ai quali si respira un aria serena, si percepisce la passione di chi sta dietro gli stand, già perché dietro questa fiera c’è un lavoro di incredibile passione, ogni pezzo esposto è stato cercato e meticolosamente scelto :

Chiara e Fabio di “enjoy coffee and more” passano intere settimane nelle campagne inglesi alla ricerca di pezzi unici .La passione di Cinzia del “Babilla Store” la respiri passeggiando nel suo stand tra oggetti inglesi, mobili provenzali ed originali bauli Louis Vuitton  Alfonso di Nipper non ha battuto ciglio quando gli ho chiesto di ripararmi un mangiadischi Penny comprato da lui più di un anno fa : lo aprirà , lo curerà come una sua creatura

Vi ho incuriosito? che aspettate allora? la fiera continua fino a domenica 6 marzo, e , come in tutte le fiere, gli ultimi giorni sono quelli delle vere 😉

 

Pantone® 2016

Romantico ed innocente il colore scelto da PANTONE® per l’anno 2016.
In inglese una persona ottimista  si dice che “guarda il mondo attraverso occhiali rosa” , inoltre il colorito roseo sul volto ha significato di persona sana, dunque un colore che ci predispone all’ottimismo al benessere , all’equilibrio emotivo,al confort 
Alla tavolozza PANTONE® FASHION, CASA + INTERNI
 sono stati aggiunti 210 nuove nuance rosa ( tra tutte Quarzo Rosa, Ballet Slipper , Cherry Blossom,Love Potion e Pink Peacock) 

pantone-210-new-color-families-pinks

Gold December…

Dicembre , colore di questo mese .. ORO

Oro come il sole ,che in questo periodo sentiamo tanto lontano, ed oro come la ricchezza in questo mese tanto “sperperata” .      

Nell’arredo l’oro va tarato bene ed utilizzato solo in minime quantità e solo per i complementi , mai per i mobili dove ,più che trasmettermi ricchezza, mi trasmette  cattivo gusto .

Lo amo sulla tavola delle feste, immancabile alleato nel decoro natalizio, in questo caso eccedere non è così grave 😉

goldgold

CERSAIE’15 molte geometrie,molti brick e (ahimè) ancora molto marmo…

Ore 9:07 entrata nord.. ho 5 ore a disposizione per scoprire tutto quello che c’è di interessante e trasmettervi l’atmosfera di questo appuntamento bolognese ….l’energia mi si incrina alle 9:15 quando realizzo che ho scordato la macchina fotografica a casa ..sulla madia di fronte alla porta…ma come si fa?!?! Sono come un cameraman senza telecamera, un autista senza macchina, un ____ spero che vi accontentiate delle immagini del mio iPhone…..

Uno dei primi stand che mi colpisce è quello della NOVOCERAM, uno stand dal sapore industrial, un allestimento molto attuale molto curato, il desk e’ ricavato in un container rosso

novoceram2novoceram1novoceram3

Mi piace la proposta di SANT’AGOSTINO :  una ceramica effetto tessuto, ruvida al tatto che diventa tappeto, moquette sul pavimento , a parete e’ come carta da parati

Sant'Agostino2Sant'Agostino1

 

CasalgrandePadanaNiente di interessante in CASALGRANDE PADANA: ancora effetti marmo e travertino, tentano uno Steel effetto acciaio in 4 colori, mi piace l’idea ma in realtà non serve toccarla per realizzare che non è acciaio … lo si capisce già da 3 metri  :/

 

 

 

ATLAS CONCORDE mi piace,presenta tre linee: AtlasconcordeDWell con effetto cemento/resina in lappato o opaco presentato accostato ad un rivestimento 3d con un mix dinamico lucido/opaco. -Brave effetto pietra e -Etic effetto legno, opaco (moto bello il mosaico rovere effetto tatami per la parete) e lucido, o meglio “a specchio” da abbinare al mat 3d.

 

 

RAGNO: nuovo pattern per la linea Tyle, esagoni ad effetto marmo , e qui potrei RAgnosoffiare tra i denti un “ma che GRANDE novita'” invece mi stupisco e mi piacciono tantissimo accostate ai nuovi decori Bistrot . Il risultato e’un vintage chic  il calacatta qua e’ mat tridimensionale, lucido ed a specchio. Niente male la collezione Wood con i suoi decori simil cementine anche sulla tonalità azzurro Tiffany ( che manco a dirlo e’ il colore protagonista del Cersaie) 

 

IMG_9292 IMG_9297 IMG_9295 IMG_9296

PIEMME manco a dirlo … marmo ! ma punta sui pezzi speciali : boiserie bordi e profili 3d, intarsi e fregi lucidi, lucidissimi.

L’allestimento di ARMONIE e’molto carino, set ed ambientazioni che ispirano..

IMG_9302 IMG_9303 IMG_9304

Se state cercando il massimo del 3d allora must to see PIETRA ANTIQUAIMG_9307 IMG_9308 IMG_9309

Molto carino il progetto di Nendo per BRIX, anche lo stand mi piace, delimitato dai nastri per reggiatrici

IMG_9314 IMG_9313

Q80 costruisce un albero Klimtiano IMG_9315 

Mentre alla BISAZZA e’ un trionfo di cementine , non mancano ovviamente i mosaici…ma … sono alla Bisazza o alla Sicis ? . . .

Dopo tanti stampati ti si distendono i nervi da ANTICA FORNACE dove regna l’artigianalita’.

Molto carini i mini bricks usati a parete dell’allestimento di CASATILESIMG_9322

Aumenta la collezione per Wall&Deco’, che conquista anche l’outdoor .

Questa azienda  negli ultimi anni e’ indubbiamente cresciuta ed ha investito nella ricerca proponendo ogni anno novita’accattivanti IMG_9323

Quest’anno approda in fiera anche INKIOSTRO BIANCO con uno stand che mi ricorda una proposta di progetto fatto da me qualche anno fa, in cui rivestivo manichini con la carta da parati con un “it fits everywhere”, qui la carta è messa su manichini sartoriali con un “undressing surfaces” :)IMG_9327

Dopo tutto questo effetto legno uno sguardo ad ITLAS ti scalda i sensi, fateci un salto e godetevi l’imperfezione di questo materiale.

Non sono delusa da MOAB80 che, a differenza della scorsa edizione, si fa vedere in uno  stand assieme a 14ORAITALIANA che, oltre alle ceramiche (che mi lasciano un po’ . . . perplessa) , presentano veri cementi e cementine.

Lascio la fiera soddisfatta, il Cersaie e’decisamente a misura “umana” e mi regala sempre nuove ispirazioni e spunti 

IMG_9274IMG_9267IMG_9329IMG_9275IMG_9305IMG_9324

 

 

Colore di Aprile…

PFlowers iccola prefazione: Dall’inizio dell’anno sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/pages/mettila-da-p-ARTE/ ogni mese scelgo il colore che più lo rappresenta , gennaio era il bianco, febbraio il rosso ecc…

Ora mi trovo a decidere il colore per ill mese di Aprile, il mese della primavera… non è semplice, ci ho pensato un po’ su poi ho deciso  

“colore del mese: T I

Vintage…curiosando per mercatini

BrickLane MktModena, mercatino degli antiquari: il rischio e’ che ti giri la testa per la quantita’ di cose meravigliose che trovi ad ogni angolo! Non ho ancora trovato un metodo per evitare di comportarmi da foolish shopper e arraffare tutto quello che riesco, in genere mi obbligo ad un budget portando solo contanti  ; in questo modo una parte di me ,mai sazia che dentro di me urla continuamente  “pezzi unici” “introvabile” “must!”, e’ costretta a ritirarsi in un angolo ed “accontentarsi”  lasciando il comando alla razionale Elena il cui motto e’ “less is more”!     Comunque certi prezzi vintage mi conquistano al primo sguardo, per un’amante di Londra come me una cassetta del mercato di Brick lane trova sempre un angolo perfetto nella mia casa, così come la cassetta della frutta di Covent Garden sembra fatta apposta per le mie cinture ….

trovato un posto per le cinture!!

trovato un posto per le cinture!!